Pesca d’altura, dove cacciare i marlin
e i tonni raccontati da Hemingway

È stato battezzato big game fishing e ha cominciato a diffondersi tra Stati Uniti e Inghilterra a cavallo fra la fine del 1800 e i primi del 1900.Di quell’epoca rimangono centinaia di manuali e un volume che moltissimi appassionati continuano a considerare la “bibbia” del big game fishing: “The game fishes of the world” di Charles Holder. Poi è arrivato Ernest Hemingway, che del big game ha fatto letteratura e la pesca d’altura, da pratica riservata a un numero ristretto di appassionati, concentrati principalmente nei Paesi anglosassoni, si è diffusa in tutto il mondo. Con i fisherman che oggi sono ormeggiati nei porti turistici di tutto il mondo, da Dubai al Golfo Persico, al Mar Rosso. Fino in Oceano Indiano… dove la presenza del leggendario marlin nero ha riunito una poderosa flotta di barche da pesca sportiva, dislocata tra gli arcipelaghi delle Maldive e delle Seychelles, l’isola di Mauritius e Nosy Be in Madagascar.

Da Dubai alle Maldive, ecco dove sfidare i pesci più grossi e combattivi

Ma ce ne sono anche più a sud, nei marina di Cape Town, davanti alla strettoia geografica tra Oceano Atlantico e Indiano attraverso cui migrano a milioni pesci di ogni specie. E risalendo l’Africa la pesca sportiva è praticata in Namibia e all’estremità occidentale del continente, tra Dakar, in Senegal, e le isole di Capo Verde.

In Australia la caccia a squali, marlin e tonni è solo per grandi professionisti

Chi ama i campi campi di pesca più duri può fare poi rotta su Australia e Nuova Zelanda, principale polo di big game nell’arcipelago australe, dove squali, marlin e tonni di enormi dimensioni obbligano il pescatore a un combattimento capace di spezzare schiena e braccia a chiunque. Il big game è infine praticato anche su tutta la costa pacifica del continente americano, con zone ad alta concentrazione di tonni tra la costa della California e le isole di Santa Catalina e San Clemente.

Caraibi e Golfo del Messico sono un must, ma anche in Alto Adriatico…

Per densità di pesci e risultati, niente è comunque paragonabile con i Caraibi e il Golfo del Messico. E in Europa? Dopo gli inglesi, il big game si è diffuso in tutto il mare del Nord e anche in Mediterraneo. L’Alto Adriatico negli ultimi 15 anni è diventato uno dei punti caldi per la cattura di tonni giganti. Hemingway non lo sapeva, ma forse lo aveva capito, e tutta la costa che da Trieste va al delta del Po lui la chiamava la Florida d’Italia.

Leggi anche Rilevatore di pesci: col nuovo Kit non dovrete più gettare l’amo… in pescheria

Testo realizzato da Baskerville srl Comunicazione & Immagine

2 pensieri su “Pesca d’altura, dove cacciare i marlin
e i tonni raccontati da Hemingway

  1. Per chi ama il BIG GAME in uno dei luoghi piu pescosi al mondo, segnalo il ROYAL CHARLOTTE BANK in Brasile. Ci vivo da oltre 20 anni, organizzo battute di pesca tutto incluso FAZENDA AMENDOEIRA.com.br

    • Ciao, sono un appassionato di pesca d’altura, a ottobre vorrei andare a Capo Verde: abito a Salvador de Bahia e siamo un gruppo di amici, hai qualcosa da propormi? Lo scorso ottobre siamo stati 10 giorni sul Rio Negro!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>